CHI SIAM

Batipai è un’Associazione Culturale fondata a Venezia nel gennaio 2018 da un gruppo di giovani uniti dal desiderio di far rivivere e valorizzare il rapporto sinergico tra uomo e acqua che da sempre ha caratterizzato la storia della laguna veneta e delle vie fluviali che connettono la città all'entroterra.

 

Prima di Venezia c’era l’acqua, e sull’acqua e attorno a questa è nata e fiorita la sua civiltà. Proiettata lungo rii e canali, e oltre attraverso isole, barene, lidi e gronda lagunare, Venezia segna il confine naturale tra la terraferma e l’Adriatico. Un confine incessantemente conteso fra acqua e uomo, in cui l’uno si è adattato all’altra con arte e ingegno, facendo di un elemento instabile e in perenne trasformazione una via di collegamento che ha reso possibile l’incontro di persone e civiltà, gli scambi e i commerci, e lo sviluppo di modi di vivere, mestieri, pratiche e saperi peculiari entrati a far parte della nostra storia e tradizioni.

 

Salvaguardare le vie d’acqua e la cultura millenaria di cui queste sono testimoni e custodi significa preservare un patrimonio preziosissimo in cui tutti possiamo riconoscerci, la cui ricchezza, senza un’adeguata consapevolezza, rischia tuttavia di andare perduta.

Il nome della nostra Associazione è ispirato ad un mestiere tradizionale ormai scomparso. Intende omaggiare il lavoro di quegli uomini umili che a forza di braccia, con sudore e fatica, hanno edificato le fondamenta su cui poggia Venezia e impiantato briccole, paline e pontili, gli elementi essenziali del suo sistema di navigazione: i battipali (o batipai, in dialetto), ovvero le maestranze per secoli dedite all’attività di palificazione della laguna e delle circostanti idrovie.

Come loro, anche noi vogliamo contribuire allo sviluppo della città e del territorio partendo da quelle che ne sono le fondamenta “intangibili” e condivise: le nostre memorie e tradizioni. Non intendendole però come mere testimonianze del passato o materiale da museo, ma come mezzo per riavvicinare le persone, in modo attivo e consapevole, a quelle vie d’acqua che tanta fortuna hanno dato al nostro territorio e che ora sono in gran parte sotto utilizzate. Vogliamo farlo aggregando cittadini e maestranze locali attorno ad un progetto che permetta di recuperare il passato connettendolo al presente e al futuro, con creatività e innovazione: il restauro della Freccia Azzurra. Una grande imbarcazione in legno che immaginiamo come un laboratorio sociale e di creazione culturale, con cui salpare alla scoperta delle nostre acque.

MISSIONE

[mis-sió-ne] s.f. | Il servizio svolto con totale dedizione, spec. a favore del prossimo.

Ci poniamo come scopo la tutela, la promozione e la divulgazione del patrimonio culturale, storico e naturalistico lagunare e fluviale. Un patrimonio spesso poco conosciuto o quasi dimenticato, che attraverso le nostre attività vogliamo rendere accessibile a tutti nella convinzione che la sua salvaguardia passi dallo sviluppo di uno spirito di appartenenza e condivisione che crediamo possa dispiegarsi - forse in nessun luogo come a Venezia - come manifesto di una modernità sapiente, non distruttiva, inclusiva e sostenibile.

 

VISIONE

[vi-sió-ne] s.f. | Fantasticheria, utopia, progetto.

Vogliamo recuperare e rendere nuovamente navigabile la Freccia Azzurra, una gabarra storica fra le ultime grandi imbarcazioni tradizionali in legno impiegata in laguna come batelo sabionante e batipai, che per oltre mezzo secolo ha contribuito alla costruzione e allo sviluppo della città.

E alla città vogliamo restituirla, facendone la sede itinerante e galleggiante della nostra Associazione: uno spazio di ritrovo aperto alla collettività, condiviso e polivalente, a bordo del quale organizzare eventi, incontri e attività culturali, e con cui navigare alla (ri)scoperta delle antiche vie d’acqua che collegano Venezia ai territori circostanti.

Dicono di noi
La Nuova di Venezia

ARTICOLO

18.10.2020

La Nuova di Venezia intervista Tommaso, socio fondatore dell'Associazione Culturale Batipai. 

1200px-TG1.svg.png

VIDEO

16.12.2020

Enrico e Tommaso raccontano il progetto di restauro della Freccia Azzurra ai microfoni del TG1.

Radio-Voce-nel.Deserto-logo

RADIO

09.01.2021

I Batipai si raccontano nel salotto radiofonico di RVD.